Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Scadenza: 10/10/2017

Regione Emilia Romagna Ecobonus per la sostituzione di veicoli commerciali inquinanti

La Regione Emilia Romagna intende incentivare la sostituzione dei mezzi commerciali più inquinanti con veicoli a minore impatto ambientale.

Beneficiari Possono presentare domanda le imprese in possesso di tutti i seguenti requisiti:

a) classificate come micro, piccole e medie imprese (MPMI) ai sensi del Decreto del Ministero delle Attività produttive del 18 aprile 2005,

b) proprietarie di un autoveicolo di categoria N1 (ai sensi dell’art. 47, comma 2, lettera c) del d.lgs. 30 aprile 1992, n. 285), da destinare alla rottamazione, appartenente a una delle seguenti categorie ambientali: autoveicolo di classe pre-euro – diesel, autoveicolo di classe Euro 1 – diesel, autoveicolo di classe Euro 2 – diesel, autoveicolo di classe Euro 3 – diesel;

c) aventi sede legale/unità locale in uno dei 30 comuni soggetti alla limitazione della circolazione di cui alla D.G.R.1392/2015 “PAIR 2020.

d) in alternativa al punto c) sono ammesse anche le imprese con sede legale/unità locale in uno dei Comuni della Regione Emilia-Romagna, in possesso alla data di approvazione del bando (05/04/2017) di un pass annuale di accesso alla ZTL di uno dei 30 comuni soggetti alle limitazioni del traffico per il mezzo da rottamare (per i veicoli già rottamati alla data di presentazione della domanda le imprese dovranno dichiarare che il veicolo rottamato era in possesso di un pass). Hanno priorità di accesso al contributo le micro e piccole imprese, comprese le imprese artigiane.

Interventi ammessi

Gli investimenti ammissibili riguarderanno la sostituzione del veicolo rottamato con un autoveicolo di nuova immatricolazione di categoria N1 di classe ambientale Euro 6 ad alimentazione:

  •  benzina/Gpl
  • benzina/Metano
  • Ibrida (benzina/elettrica)
  • Elettrica E' escluso l’acquisto in leasing.

L’autoveicolo acquistato deve essere necessariamente intestato alla medesima impresa che richiede il contributo e la proprietà dovrà essere mantenuta almeno per un anno dall’acquisto.

Entità del contributo Il contributo, a fondo perduto, è pari € 2.500 per ciascun veicolo di categoria N1 sostituito, previa rottamazione, con un veicolo di nuova immatricolazione.

È prevista la concessione di un solo contributo per ciascuna impresa. Il contributo è concesso secondo il regolamento “de minimis”.

Termine per la presentazione della domanda

FASE 1 - PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA (DOMANDA ON-LINE)

La domanda potrà essere inoltrata fino alle ore 12.00 del 10 ottobre 2017. A conclusione della FASE 1 il servizio competente provvederà ad approvare la graduatoria generale delle domande.

FASE 2 – INVIO DELL’ORDINE DI ACQUISTO

Le imprese in posizione utile dovranno inviare l’ordine di acquisto dalle ore 14.00 del 16 ottobre 2017 alle ore 12.00 del 31 ottobre 2017. I 30 Enti soggetti alle limitazioni della circolazione previste dal Pair 2020 sono:

  • i Comuni capoluogo di provincia (Bologna, Ferrara, Forlì, Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini);
  • i Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti (Carpi, Imola e Faenza);
  • i Comuni con popolazione compresa fra i 30.000 e i 50.000 abitanti (Castelfranco Emilia, Formigine, Sassuolo, Casalecchio di Reno, San Lazzaro di Savena, Cento, Lugo e Riccione);
  • i Comuni appartenenti all’agglomerato di Bologna (Argelato, Calderara di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell´Emilia, Ozzano, Pianoro, Sasso Marconi e Zola Predosa).

28/09/2017